Fr. Rocco Quattrocchi è entrato nella vita eterna

image_337Nella notte tra il 4 e il 5 giugno 2015 ha concluso la sua giornata terrena fr. Rocco Quattrocchi OFM Capp. nel convento di Gela.

Fr. Rocco entrò nel postulandato dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini della provincia religiosa di Siracusa il 24 settembre 1986. Il 15 ottobre 1988 ricevette l’abito cappuccino, nel convento di Nicosia iniziando l’anno della prova che si concluse con la professione temporanea dei consigli evangelici il 7 ottobre 1989.

Dopo il Noviziato iniziò gli studi accademici in Teologia presso la Facoltà Teologica San Giovanni Evangelista di Palermo e, successivamente, il biennio filosofico presso l’Istituto San Giovanni Battista del Seminario vescovile di Ragusa. Il 4 gennaio 1994 nella Chiesa dei Frati Minori Cappuccini di Gela, nelle mani del Provinciale fr. Giovanni Salonia, emise la professione perpetua sotto il materno sguardo di Maria Santissima Madonna delle Grazie.

Continuò così i suoi studi in teologia presso l’Istituto San Giovanni Battista di Ragusa, risiedendo in pari tempo nella fraternità della Sacra Famiglia di Ragusa.

Il suo iter formativo iniziale si conluse con l’ordinazione diaconale, che ricevette il 14 febbraio 1998 a Ragusa, e con quella immediatamente successiva sacerdotale, il 22 agosto 1998, nella chiesa Madre di Gela. In entrambe le circostanze fu ordinato da mons. Angelo Rizzo, vescovo di Ragusa.

Conclusa la formazione iniziale i superiori lo destineranno in diverse fraternità della provincia e con vari incarichi. Siracusa, Augusta,  Sortino, Mazzarino, Ragusa e nel 2007 nel convento di Gela, dove assumerà l’ufficio di superiore e parroco fino al 2010 e, successivamente, anche quello di economo.

A Gela, tra le tante attività ordinarie e straordinarie svolte, nel 2008 si adoperò per la celebrazione del cinquantesimo anniversario d’incoronazione del simulacro di Maria Santissima Madonna delle Grazie; nel 2013, in occasione dei festeggiamenti del bicentenario della venerazione a Gela del Simulacro della Madonna delle Grazie, ottenne da mons. Michele Pennisi, vescovo di Piazza Armerina, la celebrazione di un Anno Mariano parrocchiale.

Nell’ultimo capitolo svoltosi nel 2013 era stato eletto Definitore provinciale.

Colpito da un male incurabile, dopo una lunga sofferenza ha concluso la sua esistenza terrena alle ore 4 del 5 giugno 2015.

La liturgia delle esequie sabato 6 giugno alle ore 15 nella chiesa Madre di Gela.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: