Recuperare i luoghi culturali dimenticati

Per recuperare i luoghi culturali dimenticati il Governo mette a disposizione 150 milioni di euro. 

Fino al 31 maggio tutti i cittadini potranno segnalare all’indirizzo di posta elettronica bellezza@governo.it un luogo pubblico da recuperare, ristrutturare o reinventare per il bene della collettività o un progetto culturale da finanziare.
Una commissione ad hoc stabilirà a quali progetti assegnare le risorse.
Il relativo decreto di stanziamento sarà emanato il 10 agosto 2016.

Possono essere inviate più segnalazioni a testimonianza di come si abbiano a cuore i “dimenticati” monumenti cittadini.

La Diocesi  ha proposto il CHIOSTRO DELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO, di proprietà della stessa, costituito dall’ ex convento dei Frati Minori Francescani, del XIV sec. e dalla fabbrica dell’ex ospedale Chiello (1950), oggi sede del Vescovado.

Il recupero dell’ex Convento di San Francesco per la vastità degli ambienti, potrebbe diventare un polo di eccellenza per lo sviluppo del territorio e il rilancio dell’economia, in cui creare spazi per ospitalità, ristorazione, eventi, congressi, attività culturali e ricevimenti.

Per questo tutti i cittadini sono invitati a scrivere una e-mail a bellezza@governo.it con questo breve testo “Vorrei recuperare l’ex Chiostro della chiesa di San Francesco di Piazza Armerina”.

Qualora si volessero recuperare altri beni basta inviare una mail allo stesso indirizzo con il nome del bene da recuperare così come fatto sopra.

foto005 foto011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »