Messaggio del Vescovo per giornata del Migrante e del Rifugiato

ACCOGLIERE L’ALTRO NELLA SUA ALTERITÀ

L’accoglienza è un atto virtuoso che mette in evidenza un modo specifico di essere cristiano. Si potrebbe anche dire che accogliere è misura per discernere la relazione con Dio. Lo spiega molto bene l’autore della prima lettera di Giovanni: «Se uno dice: “Io amo Dio” e odia suo fratello, è un bugiardo. Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede» (1Gv 4,20). I due verbi, amare e odiare, sono da intendersi, con molta probabilità, in senso relazionale. Porsi di fronte all’altro con atteggiamento di amorevolezza vuol dire trovare conferma sulla veridicità della nostra relazione con il Signore; la mancanza di accoglienza evoca invece una gestualità soffocata dalla menzogna…

Questo il messaggio integrale (pdf)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: