Category Archives: Post

La lettera del Vescovo ai sacerdoti per gli incontri mensili del clero

Da venerdì 11 ottobre, riprendono gli incontri mensili dei sacerdoti della Diocesi. Come consuetudine il secondo venerdì di ogni mese è dedicato all’incontro/ritiro del clero. Il vescovo mons. Rosario Gisana ha indirizzato a tutti i sacerdoti e diaconi della Diocesi, la lettera qui allegata.

 

Giornata del Migrante e del Rifugiato 2019

La Chiesa celebra la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato dal 1914. È sempre stata un’occasione per dimostrare la nostra preoccupazione per le diverse categorie di persone vulnerabili in movimento, per pregare per le sfide e aumentare la consapevolezza sulle opportunità offerte dalla migrazione.
Quest’anno la Giornata si celebra domenica 29 settembre. Papa Francesco ha scelto il tema “Non si tratta solo di migranti” per mostrarci i nostri punti deboli e assicurarci che nessuno rimanga escluso dalla società, che sia un cittadino residente da molto tempo, o un nuovo arrivato.
L’ufficio diocesano per mezzo del suo direttore, don Osvaldo William Brugnone, invita i parroci e i  sacerdoti ad usufruire del materiale,  che è possibile scaricare dal link sottostante. Tra i vari sussidi anche il messaggio del Papa e il formulario della preghiera dei fedeli.

materiale riguardante la giornata

Festa diocesana del Verbum Domini

Sarà celebrata sabato 28 settembre in Cattedrale la Festa del Verbum Domini. Il tema di riflessione scelto è “Rivestiti di Spirito per annunciare il Vangelo fino ai confini della Terra. Leggere oggi gli Atti degli Apostoli“. All’appuntamento diocesano, in programma nella Basilica Cattedrale, interverrà don Antonio Landi, direttore dell’Apostolato Biblico della diocesi di Amalfi – Cava.
La festa che sarà celebrata in ogni Vicariato con la presenza del Vescovo, darà avvio alla pratica della Lectio Divina . In calendario i seguenti appuntamenti: il 7 ottobre a Niscemi; l’8 ottobre a Valguarnera; il 9 ottobre a Barrafranca; il 10 a Butera; l’11 a Piazza Armerina; il 14 ottobre a Pietraperzia; il 15 a Villarosa; il 16 ad Enna; il 17 a Mazzarino; il 18 a Gela; il 21 ottobre a Aidone e il 22 Riesi.

Ministeri e Ordinazioni

Il vescovo e la comunità degli educatori del seminario hanno reso note le date delle ordinazioni e dei ministeri degli alunni del seminario diocesano.
Carmelo Salinitro di Gela e Valerio Sgroi di Enna saranno ordinati diaconi sabato 26 ottobre alle ore 18 presso la Basilica Cattedrale di Piazza Armerina. Valerio riceverà il ministero dell’ accolitato alle ore 19 di martedì 24 settembre, nella sua parrocchia di origine di Santa Lucia in Enna.
Enrico Silvio Lentini
sarà istituito Lettore venerdì 25 ottobre alle ore 18 presso la sua parrocchia di origine di Santo Stefano in Piazza Armerina.
Gianfranco Pagano
sarà istituito Lettore domenica 10 novembre alle ore 18.30 presso la sua comunità parrocchiale di origine S. Tommaso Apostolo, Chiesa Madre di Butera.
Francesco Spinello
sarà istituito Lettore sabato 30 novembre alle ore 18.30 presso la sua parrocchia di origine di San Francesco d’Assisi in Gela.

Nomine e avvicendamenti

In vista dell’inizio delle attività del nuovo anno pastorale il vescovo mons. Gisana ha annunciato una serie di avvicendamenti e nomine nei vari centri pastorali e servizi della diocesi a decorrere dal primo ottobre. L’annuncio più eclatante riguarda la Basilica Cattedrale: al posto di don Filippo Bognanni andrà don Giovanni Tandurella che lascia la parrocchia Santa Maria di Betlemme di Gela. Gli subentra nel ministero di parroco don Filippo Salerno che mantiene anche il servizio di cappellano dell’Ospedale di Gela. Don Bognanni continuerà ad esercitare il suo ministero a Piazza Armerina come rettore della Collegiata del SS. Crocifisso sempre nel quartiere Monte.
Cambio di parroco anche a Sant’Antonio a Piazza Armerina, lascia per limiti di età mons. Salvatore Zagarella, gli succede don Filippo Salamone di Valguarnera e attualmente direttore del Museo diocesano.
La parrocchia S. Giuseppe di Niscemi ha il suo nuovo parroco nella persona del giovane Calogero Giuliana, detto Rocchelio di Butera, finora vicario parrocchiale al SS. Salvatore di Riesi. Don Rocchelio sostituisce don Rosario Sciacca, trasferito alla chiesa Madre di Gela in sostituzione di don Salvatore Rindone chiamato al ministero di Direttore spirituale del Seminario diocesano.
Nella parrocchia Beata Vergine del monte Carmelo di Gela, a seguito della morte di don Pippo Bentivegna, il vescovo ha nominato il amministratore parrocchiale don Franco Greco .Dopo le sollecitazioni di Papa Francesco la CEI ha deciso di istituire in ogni diocesi il Servizio per la Tutela dei minori guidato da un Referente nominato dal vescovo. Per tale delicato incarico mons. Gisana ha scelto di nominare mons. Vincenzo Murgano di Enna.
Sono in attesa di conoscere il nuovo parroco altre parrocchie della diocesi. A Gela, il provinciale di Cappuccini ha annunciato il nome del nuovo guardiano del convento nella persona del gelese p. Roberto Cuvato che assume anche il compito di vicario parrocchiale in aiuto del parroco p. Luca Bonomo, mentre si è in attesa di definire la situazione di Mazzarino dove i Cappuccini, che hanno annunciato la chiusura del convento (vedi articolo della settimana scorsa), reggono le parrocchie di S. Francesco e Maria SS. della Lacrima.
Avvicendamenti anche ad Enna dove cambia il parroco della Parrocchia S. Leonardo in Montesalvo retta dai Frati Minori: al posto di P. Salvatore Frasca subentra come parroco e come guardiano il piazzese p. Salvatore Di Bartolo.
Cambia anche il parroco della Chiesa Madre di Riesi a seguito del trasferimento di don Lorenzo Anastasi a Catania, presso la casa salesiana “La Salette”. Il nuovo parroco è don Pasquale Sanzo, originario di Agrigento.

Addio a padre Pippo Bentivegna

Lunedì 12 agosto nella Chiesa Madre di Gela la comunità ecclesiale cittadina ha reso omaggio a don Giuseppe Giovanni Bentivegna, da tutti conosciuto come don Pippo, con il rito delle esequie, presieduto dal vescovo mons. Gisana con la partecipazione di circa 50 sacerdoti, diaconi e la comunità del Seminario. Don Pippo aveva lasciato questo mondo il 10 agosto. Numerosa la presenza di tanti fedeli ed amici e della comunità parrocchiale del Carmine che don Pippo ha guidato come parroco dal 1994. Una celebrazione animata dalla gioiosa speranza della vita eterna e segnata dal rimpianto per la perdita di un presbitero che si è speso nel servizio della Chiesa.
Accorate le parole del vescovo che ha esortato la comunità ad essere grata a don Pippo, esempio di grande umanità, pastore sensibile e attento ad immagine del Cristo Buon pastore. Ha poi manifestato alcuni ricordi personali di don Pippo, conosciuto negli anni ‘90 nella sua parrocchia in occasione di un colloquio. Riportando un momento di quel colloquio mons. Gisana ha ricordato le parole del sacerdote a proposito del perdono: “Il perdono – disse allora don Pippo – dipende dallo spazio che diamo a Dio nella nostra vita; come una finestra: più è aperta e più entra la luce. Solo con questa luce possiamo essere capaci di accordare il perdono agli altri. Quindi è necessario che spalanchiamo la nostra finestra per fare entrare la luce di Dio”.

 

Congresso Nazionale – Associazione Cattolica Italiana

Si terrà ad Enna presso l’hotel Federico II il Congresso Nazionale dell’Associazione Cattolica Italiana dal 2 al 6 settembre Tema “Ripensare l’umano. Neuroscienze, new-media, economia: sfide per la teologia.

I forti mutamenti tecnici e culturali ai quali stiamo assistendo sono così profondi  da investire la stessa identità dell’uomo, fino a pensare l’impossibilità di considerare ancora l’essere umano uno eccezione nel novero dei viventi.

La teologia, chiamata a dire una parola sull’uomo e la sua salvezza, non può esimersi dal riflettere sulla portata dei cambiamenti in atto: siamo alle prese con una metamorfosi dell’umano?

Per iscriversi è necessario compilare il modulo on-line sul sito www.teologia.it

 Scarica la brochure


 

Convocazione Insegnanti di Religione

Venerdì 30 agosto dalle 9.30 alle 13 presso i locali del convento San Pietro a Piazza Armerina sono convocati  gli insegnanti di Religione Cattolica già in servizio nell’anno scolastico 2018/2019 di ruolo e stabilizzati in Diocesi. L’incontro sarà guidato da don Daniele Saottini, responsabile nazionale  per il servizio dell’Insegnamento della Religione Cattolica della CEI.
L’incontro inizierà alle 9.30 con la recita dell’Ora Media a cui seguirà la relazione di don Daniele Saottini e l’intervento di don Ettore Bartolotta su  “Situazione dell’I.R.C. in Diocesi, novità e linee di programmazione annuale”. Seguirà un tempo utile per la compilazione della scheda personale di programmazione.
Alle 12 la celebrazione della Messa presieduta da don Daniele Saottini e quindi la consegna dei documenti utili all’insegnamento  per il nuovo anno scolastico 2019/2010

Le indicazioni del Vescovo agli uffici pastorali

In vista di una programmazione diocesana che realizzi una vera sinodalità tra i diversi ambiti della pastorale, il vescovo, mons. Rosario Gisana ha emanato delle direttive agli uffici pastorali della diocesi. (Lettera del Vescovo ai direttori degli uffici pastorali)

“La collaborazione di alcuni uffici affini per attività comuni – scrive il vescovo nella lettera inviata ai direttori – è un piccolo segnale di una reale conformazione all’idea della cosiddetta ‘Chiesa sinodale’, già in atto nel contesto della nostra Regione Ecclesiastica. Tre sono gli ambiti che possono generare altrettanti incontri formativi o convegni che definirei ‘incontri unitari’:
– l’ambito dell’educazione che coinvolge: l’ufficio per la Pastorale Scolastica, promotore dell’iniziativa; l’ufficio per la Pastorale Familiare; l’ufficio per la Pastorale Giovanile e Vocazionale; l’ufficio per la Catechesi, l’ufficio per l’Ecumenismo e il Dialogo Interreligioso.
– l’ambito della salute che coinvolge: l’ufficio per la Pastorale Sanitaria, promotore dell’iniziativa; la Caritas; l’ufficio Liturgico; l’ufficio per la Pastorale Giovanile e Vocazionale; l’Ufficio per la Pastorale Familiare.
– l’ambito della carità che coinvolge: la Caritas, promotore dell’iniziativa; l’ufficio per le Confraternite; l’ufficio per la Pastorale Carceraria; l’ufficio per la Pastorale Sociale e del Lavoro, l’ufficio Migrantes, l’ufficio per l’Animazione Missionaria”.
Ogni ufficio provvederà ad espletare le proprie attività per l’anno pastorale 2019-2020. Il Direttore provvederà, entro il mese di giugno, a consegnare all’ufficio Comunicazioni Sociali le date che circoscrivono le proprie attività, affinché si possa redigere un calendario diocesano.
Il vescovo pertanto chiede che “si cominci ad articolare una pastorale di tipo sinodale non soltanto perché da tre anni, con l’erezione del Consiglio Sinodale, si stanno affrontando alcuni nodi della pastorale ecclesiale, ma anche perché – e questo appartiene allo specifico della Chiesa – urge la testimonianza di una pastorale in cui si dimostra credibilmente la gioia di camminare assieme, condividendo proposte, attività, iniziative”.
“L’attuazione di questi incontri unitari è molto importante – conclude mons. Gisana – perché non soltanto avalla la prospettiva sinodale in cui si è posta la nostra comunità diocesana, ma consente altresì di pianificare offerte formative che scaturiscono da una riflessione collaborativa. È infatti necessario che l’incontro unitario, coordinato dall’ufficio promotore, sia concepito dal confronto tra i direttori, includendo qualche membro dell’équipe dei rispettivi uffici”.

 

Deceduto don Antonino Russo

Venerdì 21 giugno il Signore ha chiamato a se don Antonino Russo, 86 anni,  del presbiterio della diocesi di Piazza Armerina. I funerali saranno celebrati nella chiesa Madre di Mazzarino, lunedì 24 giugno alle ore 16.30.
Il 29 giugno del 2016 aveva festeggiato sessant’anni di sacerdozio.Era stato ordinato sacerdote nella chiesa Madre Maria Ss.ma della Neve di Mazzarino, il 29 giugno 1966 ricevette da mons. Antonino Catarella la consacrazione.
Don Antonino era nato a Mazzarino il 24 febbraio 1933, da papà Alfonso e mamma Luisa Alessi,  primo di tre figli, dopo di lui arrivano Saverio e Carmela. Una vocazione maturata sin da piccolo quando in 4° elementare indossò l’abito di chierichetto, nella sua parrocchia Lacrima. L’infanzia ruota attorno al servizio della messa e la partecipazione alle processioni cittadine, quella del Crocifisso dell’olmo e Venerdì Santo, che costituiscono i suoi “giochi preferiti”, come lui li definisce. Un ministero intenso trascorso a contatto con tante realtà parrocchiali, dove la preghiera e la fede si nutrono anche dell’ascolto della musica colta e della contemplazione dell’arte. Una vita segnata anche da pellegrinaggi nei santuari, Lourdes per esempio dove è stato ben 33 volte e poi tante capitali europee e musei. Molto diretto e schietto nelle sue prediche, a tratti umoristico, non manca di inserire riferimenti alla sua vita giovanile.
Dopo l’ordinazione sacerdotale, dall’ottobre 1956 al 30 settembre 1961, don Russo fu vicario cooperatore della chiesa Madre di Mazzarino, con il parroco mons. Rocco Scichilone, suo amico, padre e maestro. Dal 30 settembre 1961 fino all’estate 1966 fu insegnante di lettere alla scuola media di Piazza Armerina. Dal 1970 al 1973 frequentò la Pontificia Università Lateranense di Roma licenziandosi in Teologia. Mentre era professore al seminario era anche assistente diocesano per la gioventù femminile di Azione Cattolica e assistente per la gioventù maschile per la parrocchia Santo Stefano di Piazza Armerina. Dall’estate 1966 fino al 4 agosto 1973 ritorna vicario cooperatore alla chiesa Madre di Mazzarino con il parroco don Vincenzo Alessi Batù. Dal 4 agosto 1973 all’ottobre 2000 è parroco della chiesa madre di Niscemi e dal 20 ottobre 2000 ritorna parroco alla chiesa Madre di Mazzarino succedendo a don Salvatore Arena. Dopo le dimissioni da parroco della chiesa Madre di Mazzarino, don Antonino è stato Rettore della Chiesa di San Giuseppe in Mazzarino.

 

Translate »